Salesiani cooperatori nel mondo

Vuoi conoscere la dimensione
mondiale dei salesiani cooperatori? Visita il sito mondiale.

La formazione

Un'area piena di risorse
dedicata alla formazione dei cooperatori. Leggi i dettagli...

donBoscoNews.it

Torna dopo il restyling
il portale di comunicazione dei salesiani. Vai a visitarlo!

2 Meeting Nazionale

Image

Più di quattrocento rappresentanti, arrivati da ogni regione italiana, hanno dato vita in questi giorni il 2° Meeting Nazionale dell’Associazione Salesiani Cooperatori. L’incontro si è svolto dal 15 al 17 aprile ad Isola delle Femmine, in provincia di Palermo, a pochi passi dal mare che è stato teatro, proprio in questi ultimi giorni, di numerosi sbarchi di migranti. Il Meeting è, ormai, un appuntamento biennale dell’Associazione, celebrato nella gioia di ritrovarsi come cristiani e figli di Don Bosco, desiderosi di condividere la stessa vocazione salesiana e di rafforzare il legame associativo, nella consapevolezza di continuare a realizzare la straordinaria profezia di Don Bosco: laici ed ecclesiastici insieme, per la salvezza della gioventù pericolante. Il tema generale del Meeting è stato CON GESU’, NELLA CHIESA, PER IL MONDO; il metodo adottato quello “sinodale”. I Salesiani Cooperatori hanno preparato “a distanza” l’incontro, lavorando sui documenti del Convegno di Firenze e sulla Strenna del Rettor Maggiore. Dopo la presentazione dell’icona del Meeting, l’incontro di Gesù con il giovane ricco, che ha restituito ai partecipanti la consapevolezza della gioia che scaturisce da una radicale sequela di Cristo, si è dato spazio, il secondo giorno, al confronto tra esperienze concrete di Salesiani Cooperatori che già coniugano, con diversi accenti e modalità, i cinque verbi emersi dal Convegno di Firenze: uscire, abitare, annunciare, educare, trasfigurare. L’anima di questa giornata è stato il salesiano Don Mauro Mergola, testimone del Congresso di Firenze. Questo rileggere il significato di ciascuno di questi verbi, come “voce del Verbo”, chiamata al dono di sé, ritrovando la specificità della Strenna di quest’anno e alla “avventura nello Spirito” che scaturisce dal rapporto con Cristo, ha fatto sì che ognuno dei partecipanti abbia potuto esprimere le proprie sensibilità, attese, idee ed anche fatiche, condividendo con gli altri la realtà del proprio centro e la propria esperienza di fede. In comunione con la Chiesa locale, l’assemblea si è messa in ascolto della parola profetica dell’Arcivescovo di Palermo, Mons. Corrado Lorefice, durante la Lectio del venerdì sera, e del suo richiamo alla Chiesa dei piccoli e dei poveri, e dell’ottima sintesi dell’Arcivescovo di Monreale, Mons. Michele Pennisi, che ha presieduto l’Eucarestia conclusiva. Dal Meeting è emersa un’Associazione più consapevole della sua identità e del ruolo che ha nella Chiesa, con la specificità del carisma di Don Bosco. Il cammino di interiorizzazione del nuovo Progetto di Vita Apostolico sta dando i suoi frutti e oggi i Salesiani Cooperatori sono pronti per concretizzare la realtà di questa Chiesa in “uscita”, fortemente voluta da Papa Francesco; una prova concreta e luminosa di questo è stata la disponibilità all’accoglienza, da parte di alcune famiglie, di alcuni dei ragazzi arrivati in questi giorni sulla coste della Sicilia. La maggiore attenzione al mondo giovanile e la necessità di essere “esploratori” più che “sentinelle” rappresentano i due elementi programmatici più significativi per il futuro dell’Associazione. Perché questo sia possibile è necessaria una formazione più profonda e una vita interiore sempre più autentica. Si tratta di “farsi abitare dallo Spirito” per poter coniugare, con la vita, i cinque verbi di Firenze.

 
Antonio Boccia - Pasqua 2016

Image

Ripenso alle immagini che si susseguono durante i riti della Settimana Santa. Dalla Domenica delle Palme alla Domenica della Resurrezione. E' un continuo contrapporsi di fatti, circostanze, persone che si "schierano" con Gesù o contro di Lui. La folla all'entrata di Gerusalemme lo acclama esultando: "Osanna!". Sono gli stessi che di li a poco grideranno: "Crocifiggilo!". I dodici che hanno condiviso con Lui l'ultima cena da li a qualche ora spariranno. Giuda lo tradisce accecato dalla logica umana del "denaro aggiusta tutto", si perde. Pietro lo rinnega ma ha il coraggio di piangere per quello che ha fatto. E così via fino al momento della crocifissione dove anche sulla croce la scena si ripete. Uno dei malfattori gli propone la soluzione umana: "Sei Cristo? Salva te stesso e noi". L'altro chiede l'aiuto che solo Dio gli può dare: "Ricordati di me quando sarai nel tuo Regno". La Settimana Santa è la mia vita, la nostra vita, in questo quotidiano sforzarci di scegliere di stare dalla parte di Cristo e poi allontanarci da Lui facendoci prendere dalle passioni umane. Ma Gesù al buon ladrone, a me, a noi, dalla Croce dona la speranza e la fiducia che nessuno si perde "in verità di dico, oggi sarai con me nel Paradiso". L'ultimo respiro è per noi, si rivolge al Padre come quando il fratello più grande prende le difese di quello più piccolo che sta per ricevere un rimprovero: "Padre perdona loro perchè non sanno quello che fanno". La Misericordia di Dio si è fatta carne a Betlemme per impastarsi di umanità e l'uomo l'ha chiusa in un sepolcro. Ma l'uomo non può andare oltre il sepolcro. Questo nostro Dio "pazzo" d'Amore per l'uomo la riporta in vita perchè la Misericordia possa spalancare le porte del Paradiso a tutti. Cristo è Risorto. E' veramente Risorto. Buona Pasquae

 
L'Angolo del Delegato - Pasqua 2016

Image

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 128